Inaugurazione della Mostra Permanente “L’Umbria di Piero Gauli” Palazzo Cesi, Acquasparta (Terni) 4 giugno 2016, ore 17.30

Ciclo di manifestazioni nel centenario della nascita dell’Artista (Milano 6.6.1916 – 4.1.2012)

Sabato 4 giugno (ore 17.30) a Palazzo Cesi di Acquasparta (Terni) verrà inaugurato lo spazio dedicato alla Mostra Permanente di Piero Gauli con un corpus di cinquanta opere in esposizione, raffiguranti cittadine e paesaggi umbri.

L’evento si iscrive nel ciclo di manifestazioni promosse dall’Associazione Amici di Piero Gauli in occasione del centenario della nascita dell’artista.

Nato a Milano, da padre originario di Verna, nell’alta Val d’Intelvi (Como) da dove partivano i “Magistri Comacini”, Piero Gauli è stato artista a tutto tondo, scenografo, pittore, ceramista, disegnatore d’interni. Formatosi in Veneto, dove frequentò ingegneria a Padova e architettura a Venezia, si stabilì poi a Milano dove Ernesto Treccani aveva fondato nel 1938 la rivista “Corrente di vita giovanile”, da cui prese nome il movimento di “Corrente” che vide la partecipazione, tra gli altri, di Sassu, Cassinari, Morlotti, Guttuso, Migneco.

La chiamata alle armi nel giugno del 1941 sul fronte russo interruppe l’esperienza milanese, ma non la vena creatrice dell’artista; alcune opere realizzate durante la Campagna di Russia e la prigionia in Polonia sono oggi conservate presso il Museo Piero Gauli di Verna.

Acquasparta, questa cittadina umbra, dove nel 1603 il duca Federico Cesi aveva fondato l’Accademia dei Lincei, segna per Gauli il ritorno alla vita “normale”. Qui, ospite nella villa del suo amico Erardo, figlio di un ingegnere milanese che aveva in gestione lo sfruttamento delle miniere di lignite di Dunarobba, conosce la futura moglie Ersilia e inizia una produzione di ceramiche monotipiche approfittando dell’ottima argilla che viene estratta insieme alla lignite.

Poi passa a Roma, quindi in Sicilia, facendo spesso ritorno negli studi di Milano e di Verna. Viaggia spesso in Europa: Spagna, Inghilterra, Parigi e Budapest, ma la sua grande produzione riguarda soprattutto cittadine e paesaggi italiani: si ricordano il ciclo umbro, le chiese rosse di Milano, le edicole di Genova, i trabucchi dell’Adriatico, i luminosi scenari della Sicilia, la Val d’Intelvi…

La mostra permanente nasce dalla collaborazione tra il Comune di Acquasparta che ha messo a disposizione alcune sale del prestigioso Palazzo Cesi, e l’Associazione Amici di Piero Gauli, già promotrice dell’apertura del Centro Studi Piero Gauli alla Foresta Fossile di Dunarobba.

In occasione dell’inaugurazione della mostra presso la Sala del Trono di Palazzo Cesi,  sabato 4 giugno, ore 17.30, interverranno: Roberto Romani, Sindaco di Acquasparta, Gerardo Trinetti, Delegato alla Cultura, Antonio Spadini, Presidente Associazione Amici di Gauli, Deianira Amico, Storico dell’Arte.

 

Per informazioni:

amicidigauli@gmail.com

www.associazionepierogauli.com

tel. 349.5358547

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *